CHI SIAMO

ERASMO è stata fondata nel 1995 com “Associazione non profit” da alcune organizzazioni di volontariato della Puglia. Promuove nei territori locali meridionali una cultura e una metodologia innovativa delle politiche sociali ed economiche.

È socio fondatore dell’Agenzia Nazionale Non Profit “Mediterranea”. Aderisce alla rete per l’informazione sociale europea (RISE).
Persegue l’affermazione dell’impresa sociale e contribuisce al consolidamento del Terzo sistema.
Si rivolge alle Comunità Locali nelle sue componenti: Enti locali (Comuni, Comunità Montane, Province), Aziende Sanitarie Locali, Scuole, organizzazioni pubbliche, private e di terzo sistema che operano nel territorio.

Chi era Erasmo?

Erasmo nasce nella notte tra il 27 e il 28 ottobre 1469 a Rotterdam. Frequenta le scuole di San Lebuino a Deventer, nell’Overjsse, qui conosce l’umanista Rodolfo Agricola, studioso del Valla e del mondo classico, conosciuto come grande umanista, inizia la sua attività a Parigi, poi passa in Inghilterra dove conosce Tommaso Moro divenendone grande amico, al quale dedica l’ “Elogio della Follia” (1515).
Nel 1506 a Torino riceve il titolo di dottore in teologia. Nel 1508 pubblica gli “Adagia”, dove compare per la prima volta il famoso “Dulce bellum inexpertis”. Sono del 1513 le sue amare riflessioni sul bellicismo di papa Giulio II “Julius e coelis exclusus”. Lungo è il soggiorno in Italia di Erasmo a Venezia, Siena, Padova, Roma e Firenze. In questo periodo vede la luce il famoso “De libero arbitrio diatribe sive collatio”. Erasmo muore il 12 luglio 1536, attorniato dagli amici. Con lui sembra morire l’umanesimo evangelico, quel caldo senso di umanità che egli sempre coltivò e voleva espandere nell’Europa delle guerre di religione.
All’alba del nuovo millennio, l’umanesimo di Erasmo viene riproposto dalle sponde del Mediterraneo per diffondere l’amicizia tra i popoli e costruire l’Europa che viene dal futuro.